Home

Università Cattolica del Sacro Cuore

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Programmazione attività didattiche primo semestre a.a. 2020/21

Posto che una premessa più articolata relativamente alle scelte che la Facoltà intende operare si possono reperire nel documento "Linee guida didattica 20-21 SMFN", mi preme richiamare qui il principio che per mantenere il livello qualitativo della didattica della nostra Facoltà, notoriamente molto elevato, è necessario trovare un punto di incontro tra l'esperienza del docente, di cui è bene fare tesoro e su cui far leva, i vincoli di tipo sanitario che dovessero intervenire e le esigenze e aspettative degli studenti.

Rispetto alla suddivisione in quattro pilastri, la nostra Facoltà ha lasciato ai singoli docenti l'individuazione della propria modalità didattica, con la certezza che la scelta operata sarà quella di massima qualità del risultato.

Continua a leggere la comunicazione del prof. Maurizio Paolini,
preside della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali

I percorsi didattici

Il percorso in Matematica prevede un primo triennio con la laurea triennale in Matematica, curriculum in Matematica, che sfocia in modo naturale nelle lauree magistrali in Matematica oppure Applied data science for banking and finance.  Può poi proseguire con un dottorato tra quelli attivati nelle varie sedi.

Il percorso didattico in Fisica è strutturato in tre fasi:
Bachelor level: laurea triennale in Matematica con curriculum in Fisica
Master level: laurea magistrale in Fisica con curriculum in Fisica oppure curriculum in Physics for Technologies and Innovation
PhD internazionale in Science

Il percorso in Informatica prevede una laurea triennale professionalizzante in Matematica, curriculum in Informatica, che può sfociare in modo naturale nella laurea magistrale in Applied data science for banking and finance o che permette di ottenere i crediti formativi per poter accedere ad una delle lauree magistrali in informatica presenti nelle provincie limitrofe.

Mondo del lavoro

Il nuovo percorso “Physics for Technologies and Innovation” della magistrale in Fisica riscuote l’apprezzamento del mondo aziendale. I laureati possono fare la differenza nelle aree della collaborazione uomo-macchina, nella protezione dei dati e nella sicurezza.

Angelo Ziletti, da studi di fisica computazionale al colosso farmaceutico Bayer, dove si occupa di intelligenza artificiale. Insegnerà nella nuova laurea in Physics and innovation technologies.

I nostri studenti

Dopo la laurea magistrale in Fisica teorica, Luca Spadafora è diventato direttore nella sede londinese di UBS Group, dove applica algoritmi sviluppati in ambito fisico al settore finanziario. L'obiettivo? La gestione computerizzata degli investimenti.

Sebastiano De Cesari, alumnus della sede di Brescia, lavora in una multinazionale che esporta dispositivi floccati in tutto il mondo e che sta lavorando senza soste in questo periodo. Il ruolo di innovation manager per un laureato particolare.

Ricerca

Una sonda aerostatica di sei metri di diametro si è alzata a quota mille nel cielo dell’alta Valcamonica per misurare la capacità dispersiva dell’atmosfera in relazione agli inquinanti. Un progetto di ricerca europeo a cavallo della catena alpina.

La Facoltà

Chi sceglie di iscriversi alla facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali non si accontenta di stare in superficie, ma preferisce andare a fondo delle cose: la voglia e la passione di comprendere e di approfondire sono le caratteristiche fondamentali di questa facoltà e di chi sceglie di farne parte.
Nata nel 1971 con l'obiettivo di formare insegnanti, oggi offre ai suoi studenti una prospettiva ampia e la possibilità di fare importanti esperienze di studio e di ricerca nelle migliori università europee ed extraeuropee.