Università Cattolica del Sacro Cuore

50 anni a Brescia (1965-2015)

1965 L'AVVIO DELLA CATTOLICA A BRESCIA

Gli anni della fondazione della sede di Brescia dell’Università Cattolica. Il ruolo dei cattolici bresciani. Brescia diventa la capitale della pedagogia cattolica in Italia (1965-1968).

E’ l’autunno del 1965 quando prendono avvio le attività didattiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Brescia. A questo risultato si giungeva secondo un itinerario complesso, che vedeva all’opera personalità fortemente legate fra loro (Padre Gemelli e mons. Zammarchi, Ezio Franceschini con Vittorio Chizzolini), istituzioni locali i cui sforzi confluivano nella nascita dell’Ebis e la Chiesa diocesana.
I primi corsi sono avviati dalla facoltà di Magistero al 2014 e da allora dalla sede sono usciti 17.906 laureati.

Mario Taccolini
Mario Taccolini

Delegato Rettorale al coordinamento delle strategie di sviluppo della sede di Brescia

Luciano Pazzaglia
Luciano Pazzaglia

Direttore dell’Archivio per la Storia dell’educazione in Italia

Alfredo Bonomi
Alfredo Bonomi

Laureato in Materie letterarie

Paola Bignardi
Paola Bignardi

Laureata in Pedagogia e CDA Istituto Toniolo

Claudio Albino Bosio
Claudio Albino Bosio

Laureato in Pedagogia e Preside della facoltà di Psicologia


 

1968-70 GLI ANNI DELLA CONTESTAZIONE

Nasce la facoltà di Matematica, viene costituita la Biblioteca delle scienze “Carlo Viganò”, prende avvio il Centro teatrale Cut La Stanza.

Anche in Cattolica soffia il vento della contestazione studentesca e il CUB (Centro Universitario di Base) occupa la sede per qualche giorno.
Nel 1971 viene avviata la facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali e nel 1973 l’ingegner Carlo Viganò dona alla Cattolica la sua biblioteca specialistica costituita da circa diecimila volumi, che riguardano soprattutto le scienze fisico-matematiche, ripartiti fra Fondo Antico e Fondo Moderno. Il Fondo Antico è costituito da un'ottantina di volumi, realizzati tra il secolo XV e il secolo XIX, ai quali si aggiungono moltissime carte e documenti autografi. Circa una decina di incunaboli riguardano soprattutto l'ambito della scienza astronomica medievale e rinascimentale. Diversi dei volumi presenti sono opere piuttosto rare.
Sempre nel 1973 nasce il Centro Universitario Teatrale (CUT), per iniziativa del prof. Emo Marconi che aveva radunato attorno a sé un gruppo di studenti spingendoli a mettersi in gioco attraverso l’esperienza del fare teatro. Nel 1975 viene costituito ufficialmente e ancora oggi, come allora, è Candida Toaldo l’anima di questa istituzione.
Ancora agli inizi degli anni Settanta iniziava l’avventura in Cattolica a Brescia dell’Istituto Superiore di Educazione Fisica (ISEF), che dura per circa un ventennio.

Piergiorgio Slompo
Piergiorgio Slompo

Coordinatore della sede dal 1965 al 1997

Ambrogio Viganò
Ambrogio Viganò

Figlio di Carlo Viganò

Carlo Banfi
Carlo Banfi

Preside della facoltà di Matematica (1981-1991; 1994-2001)

Candida Toaldo
Candida Toaldo

Direttore artistico Centro teatrale (CUT)


 

STORIE DI VITE. LE GENERAZIONI UNICATT

Come per la famiglia Danna, la scelta di iscriversi all’Università Cattolica si tramanda dai genitori ai figli.

Giovanni Danna
Giovanni Danna

Diplomato Isef

Susanna Danna
Susanna Danna

Figlia, studentessa di Scienze linguistiche

Emanuela Vecchi
Emanuela Vecchi

Laureata in Lingue e letterature straniere

Maura Carlotti
Maura Carlotti

Prima laureata in Matematica


 

1980-1990 GLI ANNI DI ASSESTAMENTO E DI RADICAMENTO

I corsi di laurea di Pedagogia, Lingue e Lettere, riuniti nella facoltà di Magistero, diventano autonomi. Prendono avvio la facoltà di Scienze della formazione, di Scienze linguistiche e letterature straniere e quella di Lettere e filosofia. La sede potenzia l’offerta formativa: nel 1997 apre il corso di laurea in Fisica con laboratori scientifici d’avanguardia, nel 1999 viene avviato il Dams, corso di laurea in Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo. Grazie al contributo dell’Ente Universitario per la Lombardia Orientale (Eulo) nascono numerosi Centri di ricerca, fra i quali quello sull’Immigrazione.

Alfredo Valvo
Alfredo Valvo

Docente di Storia romana dal 1979 al 2014

Giuseppe Bernardelli
Giuseppe Bernardelli

Coordinatore della facoltà di Lingue dal 1983 al 2012

Stefania Pagliara
Stefania Pagliara

Docente di Fisica

Ruggero Eugeni
Ruggero Eugeni

Coordinatore del corso di laurea STArS dal 2004 al 2015

Elena Besozzi
Elena Besozzi

Direttrice del Centro per l'immigrazione dal 1998 al 2012


 

2000-2016 LA CONTEMPORANEITÀ E IL FUTURO

Oggi l’offerta formativa per i 3600 iscritti della sede di Brescia si articola in sei facoltà (Scienze della formazione, Lettere e filosofia, Scienze matematiche fisiche e naturali, Scienze linguistiche e letterature straniere, Psicologia, Scienze politiche e sociali) più l’Istituto Superiore di Scienze Religiose. I corsi di laurea sono 18: nove triennali, uno a ciclo unico e otto magistrali. I laureati della sede sono ora attori e protagonisti sul territorio locale e nazionale.

Silvia Bonizzoni

Laureata in Pedagogia e responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Brescia

Laura Quaranta

Laureata in Progettazione pedagogica e Risorse umane Apindustria Brescia

Franco Anelli

Rettore dell'Università Cattolica del Sacro Cuore