Università Cattolica del Sacro Cuore Università Cattolica del Sacro Cuore

Campus di Brescia

HEAUTONTIMORUMENOS. In scena la compagnia di giovani attori "Fabulae Inversae" Regia di Stefano Rovelli [EVENTO CANCELLATO]

Evento

Aula: Spazio DAMS -  Ore: 17.30

Via S.Martino della Battaglia 11, Brescia

Condividi su:

Programma

Direzione scientifica: MASSIMO RIVOLTELLA, Università Cattolica del Sacro Cuore

L'Heautontimorumenos (il punitore di se stesso) è la riproposizione terenziana di una commedia di Menandro messa in scena nel 163 a.C. Essa prende il titolo dall'anziano Menedemo, il quale si costringe a lavorare nei campi ogni giorno come punizione per aver impedito le nozze del figlio Clinia con Antifilia, fatto che ha spinto il ragazzo ad andare in Asia. La narrazione comincia con il ritorno di Clinia, che grazie all'aiuto dell'amico Clitifone e del servo Siro riuscirà a far pace con il padre e sposare Antifilia, la quale si scoprirà non essere una umile fanciulla, ma la figlia di Cremete e Sostrata, genitori di Clitifone.

Le Fabulae Inversae sono un gruppo di universitari che si cimenta nella drammaturgia latina nel tentativo di trasmetterne la vitalità. Il progetto è stato avviato nel 2014 da Massimo Rivoltella, docente di Letteratura Latina, con la regia di Stefano Rovelli, attore per l'associazione Kerkis di Milano. L'Heautontimorumenos è la seconda commedia di Terenzio affrontata dal gruppo, che negli anni precedenti, oltre all'Hecyra dello stesso autore, ha portato in scena anche l'Amphitruo e i Menaecmi di Plauto.

Documenti utili

Informazioni utili

In collaborazione con:

Gruppo studentesco Fabulae Inversae