Università Cattolica del Sacro Cuore

Attività formative integrative

La Facoltà di Scienze Politiche e Sociali promuove, nell’ambito della propria offerta formativa, attività didattiche e culturali integrative, quali, ad esempio: cicli seminariali, giornate di studio, seminari residenziali, visite e viaggi.
Di seguito sono riportate alcune sintesi, elaborate anche dagli studenti partecipanti, relative a seminari, lezioni straordinarie, viaggi e visite tenutisi in passato. Si è ritenuto utile rendere disponibili tali testimonianze non solo a scopo informativo, ma anche per evidenziare la significativa partecipazione da parte degli studenti che hanno usufruito di tali attività.

Seminario residenziale di didattica interdisciplinare - LINCS

La Facoltà di Scienze Politiche e Sociali cura la realizzazione di un seminario residenziale di didattica interdisciplinare d’eccellenza (Lincs - Laboratorio Interdisciplinare per la Costruzione del Sapere), destinato ad un numero limitato di studenti selezionati. I docenti promotori e responsabili di questa iniziativa sono i professori Paolo Colombo, Mario Maggioni ed Emanuela Mora.
Il seminario, che si configura come una proposta formativa d’eccellenza, viene tenuto in co-docenza da docenti della Facoltà e ospita anche interventi di esterni provenienti dal mondo delle scienze, delle arti e dello spettacolo, portatori di competenze e conoscenze tipicamente relative a discipline esterne ai curricula degli studenti della Facoltà.

Racconti degli studenti e relazioni

 
Viaggi e visite

VISITE DI STUDIO PRESSO ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI
Nell’ambito degli insegnamenti giuridico-internazionalistici della Facoltà si organizzano – subordinatamente all’ottenimento di finanziamenti volti a contenere le spese a carico degli studenti partecipanti e nei limiti delle disponibilità delle organizzazioni ospitanti – viaggi di studio presso le istituzioni dell’Unione europea ed altre organizzazioni internazionali, rivolti agli studenti frequentanti.
Negli scorsi anni accademici tali viaggi – che di regola hanno luogo durante il secondo semestre di lezione – hanno avuto come destinazione, ad esempio, la Corte di giustizia dell’Unione europea e il Parlamento europeo (a Lussemburgo), il Consiglio d’Europa e la Corte europea dei diritti dell’uomo (a Strasburgo), le Nazioni Unite (sia a New York che a Ginevra), la FAO (a Roma).
Indicazioni in merito ai viaggi che saranno organizzati verranno fornite a lezione, una volta definito il programma di tali viaggi, dai titolari dei suddetti insegnamenti.
I docenti responsabili per tali iniziative sono i professori Marinella Fumagalli e Andrea Santini.

 
VISITA AL QUARTIER GENERALE DELLA NATO - BRUXELLES

A partire dal 2005/6 la Facoltà di Scienze politiche, ed ora quella di Scienze politiche e sociali, per iniziativa del titolare del corso di Storia dei trattati e politica internazionale, prof. Massimo de Leonardis, organizza ogni anno, per gli studenti regolarmente frequentanti le lezioni, una visita di studio al Quartiere Generale della NATO a Bruxelles.
La visita si svolge nell’arco di due giorni, con pernottamento, viaggio aereo, trasferimenti in pullman a Bruxelles e pranzo presso la sede dell’organizzazione, quasi interamente offerti dalla Divisione Diplomazia pubblica della NATO.
Presso la sede della NATO gli studenti partecipano ad una serie di briefings, in lingua inglese ed italiana, tenuti da funzionari su vari aspetti dell’attività e delle prospettive dell’Alleanza Atlantica, sui quali ricevono anche opuscoli informativi, e possono avere informazioni precise sulle opportunità di internships e stages presso l’organizzazione. Alla visita partecipano mediamente tra i venti e i trenta studenti, accompagnati da alcuni docenti, ricercatori e dottorandi di ricerca.

 
SUMMER SCHOOL MOBILITÀ UMANA E GIUSTIZIA GLOBALE (IV edizione, luglio 2013)

Sono state numerose, in questi anni, le iniziative formative dedicate al fenomeno epocale delle migrazioni internazionali. In questo quadro, la Summer School Mobilità Umana e GiustiziaGlobale vuole caratterizzarsi per una sorta di "riposizionamento" di prospettiva, collocando l'analisi dei processi di mobilità umana all'interno di una riflessione più ampia, che rinvia appunto alla questione della giustizia globale, letta in tutte le sue implicazioni: economiche, politiche, sociali, culturali ed etiche.

La scuola è promossa dall'Università Cattolica in collaborazione con l'Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo (ASCS), lo Scalabrini International Migration Institute (SIMI), la Fondazione Migrantes e la Fondazione ISMU. Gli Atti della II e III edizione della Summer School sono stati anche pubblicati sulla Rivista Studi Emigrazione/Migration Studies:

  • Zanfrini L. (a cura di), Famiglie che migrano, si dividono, si ritrovano, si disperdono, Atti della Summer School "Mobilità umana e giustizia globale", "Studi Emigrazione/Migration Studies", XLIX (2012), n. 185
  • Zanfrini L. (a cura di), Costruire cittadinanza per promuovere convivenza, Atti della III edizione della Summer School "Mobilità umana e giustizia globale", "Studi Emigrazione/Migration Studies", L (2013), n. 189.

 
Qui di seguito alcune Testimonianze:

 
Link alla IV edizione della Summer School: SUMMER SCHOOL MOBILITÀ UMANA E GIUSTIZIA GLOBALE (IV edizione, luglio 2013)

PROGETTO "MISSIONEXPOSURE", IN COLLABORAZIONE CON IL CENTRO PASTORALE (IV EDIZIONE)

Il progetto si rivolge agli studenti del terzo anno della LT e al primo anno della LM interessati a trascorrere un periodo estivo (circa un mese) presso una missione in un paese del Sud del mondo. Gli studenti si affiancano nelle attività sul campo in queste missioni. L'iter di preparazione (lungo l'anno accademico) si articola in un percorso formativo che intreccia sia momenti di formazione umano-spirituale (curati dal Centro Pastorale) sia lezioni di taglio accademico - con docenti delle varie facoltà coinvolte nel progetto - su tematiche collegate alle terre di destinazione e abbinate ai curricula di studio, affrontate secondo un approccio interdisciplinare e interattivo. Il progetto offre la possibilità di collegare questa esperienza alla prova finale del triennio e riconosce 3 CFU all'interno dei CFU a libera scelta dello studente.
Referente. dott.ssa Monica Martinelli