Università Cattolica del Sacro Cuore

Humor in azione: l’approccio umoristico tra ricerca e lavoro educativo

Seminario  6 ottobre 2017
Aula: Aula Magna -  Ore: 14.00
Via Trieste 17, Brescia

post-it con emoticons disegnate

Ore 14,00 Saluti istituzionali:
Prof. Claudio BOSIO, Preside della Facoltà di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore
Prof. Simonetta POLENGHI, Direttrice del Dipartimento di Pedagogia, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ore 14,30 I sessione: Introduzione ai lavori
Il senso dello humor: riflessioni per il lavoro socioeducativo
Prof.ssa Livia CADEI, Università Cattolica del Sacro Cuore

Interventi:

Ripartiamo da una risata: l’umorismo come veicolo di resilienza
Prof. Bruno HUMBEECK, Université de Mons

Humor: carcere, scuola, politica
Prof.ssa Marianella SCLAVI, Università Politecnico Milano

Psicologia e mafia. Umorismo, distanziamento, conoscenza del fenomeno
Prof. Antonino GIORGI, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ore 16,15-18,30 II sessione: laboratori
Non c’è niente da ridere! Sperimentiamo lo humor nei contesti educativi
A cura di: dott. Matteo Pizzoli, dott.ssa Greta Persico, dott. Andrea Rampini, prof.ssa Livia Cadei

La partecipazione ai laboratori è gratuita e prevede l’iscrizione al seguente link https://goo.gl/6xYwno


Divergente, provocatorio ed anche creativo e vivace, lo humour stimola da sempre interesse. Con l’umorismo facciamo esperienza di un improvviso cambiamento, uno scarto delle aspettative e questo slittamento, che è sociale, esaltante, liberatorio, sollecita l’attenzione verso possibilità trasformative a livello sia individuale sia sociale.

Il convegno intende mettere al centro il tema dello humour che può offrire nuove rappresentazioni della realtà, di sé e del mondo delle relazioni, può sostenere i processi di resilienza, ma pure, quando segnala le incongruenze, decostruisce le cornici consolidate delle rappresentazioni e smitizza modelli negativi.
Livia Cadei (Università Cattolica) introdurrà le riflessioni in merito alle possibili ricadute nel lavoro socioeducativo. Che può occupare uno spazio nella relazione d’aiuto, ma può altresì rafforzare l’identità professionale degli operatori.
Bruno Humbeeck (Université Mons-Belgio) orienterà la riflessione sull’importanza di saper riconoscere la differenza fra umorismo e derisione che significa saper distinguere le azioni che producono legami, inclusive da quelle che separano ed escludono.
Marianella Sclavi (Politecnico Milano) illustrerà la metodologia umoristica che favorisce l’acquisizione di una competenza utile ad uscire dalle cornici sia logiche sia culturali date per scontate in determinati contesti.
Antonino Giorgi (Università Cattolica) mostrerà come lo humour può svolgere una funzione dissacrante rispetto alla figura mitizzata del mafioso.



E-mail:

formazione.permanente-bs@unicatt.it

In collaborazione con:



Locandina (515,47 KB)