Università Cattolica del Sacro Cuore

Scienze del servizio sociale

Sede didattica: Brescia

Lingua: Italiano

Classe di laurea: L-39 (Servizio sociale)

Durata corso di Laurea: 3

Facoltà: Facoltà di Scienze Politiche e Sociali

Anno accademico: 2016/2017

CoordinatoreFabio FolgheraiterDocenti di ruolo titolari di insegnamentoBruno BortoliDebora CaldirolaMarco Caselli, Floriana Cerniglia, Emanuele Camillo ColomboPaolo GomarascaOana MarcuNicoletta PavesiMaria Luisa RaineriRosa Regina Rosnati, Teodora Uberti.



Il corso prepara alla professione di Assistente sociale. L’Assistente sociale è una figura centrale nel contrasto alle situazioni di disagio sociale. Lavora come dipendente da enti pubblici, da organizzazioni non profit (cooperative sociali, fondazioni, associazioni) o in forma libero-professionale al fine di aiutare singole persone, famiglie o gruppi per problemi legati a povertà, emarginazione, trascuratezza o maltrattamento di minorenni, separazioni conflittuali, disabilità, non-autosufficienza legata all’età anziana, provvedimenti penali, disturbi di salute mentale, tossicodipendenza, alcolismo o altre dipendenze patologiche.

I principali tipi di attività richiesti all’Assistente sociale sono:

  • la relazione interpersonale di aiuto con le persone e i gruppi, finalizzata a individuare assieme ai diretti interessati i problemi da affrontare, e a decidere insieme come intervenire;
  • il lavoro di organizzazione degli interventi sociali, che consiste nell’attivare e coordinare le risorse informali della comunità locale, delle famiglie e dei gruppi, e/o le prestazioni di assistenza fornite dal sistema dei servizi di welfare;
  • alcune funzioni amministrative, concernenti l’accesso, l’erogazione e la verifica delle prestazioni di assistenza.

I contenuti

Per sviluppare le competenze necessarie a questi diversi tipi di attività, i contenuti del corso sono finalizzati ad acquisire:

  • conoscenze interdisciplinari (sociologiche, psicologiche, giuridiche, storiche, economiche e sanitarie), che forniscono ai laureati le coordinate attraverso le quali leggere le situazioni di bisogno e/o di rischio sociale, e la realtà complessiva nella quale si troveranno ad operare;
  • conoscenze e capacità pratiche relative alla metodologia specifica del lavoro sociale, necessaria per progettare e realizzare percorsi di aiuto, di sensibilizzazione e promozione, di prevenzione, con un riferimento costante alla dimensione etica e deontologica;
  • conoscenze, capacità pratiche e disposizioni personali attraverso le quali creare relazioni interpersonali d’aiuto efficaci e gestire adeguatamente i conflitti.

Laboratori, tirocini e stage: la metodologia didattica

Una efficace preparazione professionale richiede una costante integrazione tra conoscenze teoriche e competenze operative. Pertanto il corso di laurea in Scienze del Servizio Sociale prevede, accanto a una solida preparazione teorica, un ampio ventaglio di opportunità formative di taglio pratico. Ad esempio:

  • un tirocinio introduttivo di orientamento, nel primo anno, per auto-valutare la propria attitudine alla professione, con di un assistente sociale docente del Corso;
  • un tirocinio professionale con la guida di un assistente sociale docente del Corso e di un assistente sociale supervisore dell’ente dove il tirocinio si svolge, che seguono lo studente individualmente;
  • uno stage sperimentale in contesti innovativi, che costituiscono nuovi ambiti di lavoro per gli assistenti sociali, con la guida individuale di un assistente sociale docente del Corso;
  • un laboratorio dedicato alla formazione personale, finalizzato a saper utilizzare se stessi come strumento di aiuto e a prendersi cura del proprio benessere emotivo di fronte alle situazioni difficili con cui si viene in contatto sul campo;
  • seminari, testimonianze, conversazioni e dibattiti con assistenti sociali di base, con dirigenti e coordinatori di servizi, e con persone che hanno una diretta esperienza come utenti dei servizi. La consistente partecipazione diretta degli “utenti-esperti” alla formazione dei futuri assistenti sociali è un’eccellenza del nostro corso di laurea. Grazie ad essa, i nostri studenti hanno l’ opportunità unica di apprendere direttamente dalla voce di “chi ci è passato” cosa significa essere seguiti dal servizio sociale.

Per l’accesso al Corso di Laurea è obbligatorio un colloquio di ammissione, che viene effettuato con docenti esperti del Corso per valutare se le aspettative dello studente sono coerenti con il percorso formativo per diventare assistente sociale e se lo studente possiede una preparazione di base sufficiente. Il colloquio di ammissione ha una finalità di orientamento: in caso di esito negativo, l’iscrizione al corso di laurea, benché sconsigliata, è comunque possibile.
Colloqui a Milano: 13 luglio, ore 14.30; 14 settembre, ore 14.30; fine settembre - durante i welcome day, le giornate di accoglienza per le matricole. A breve la data
Colloqui a Brescia: 8 luglio, ore 14; 13 settembre, ore 14.30; 27 settembre, ore 14.30
| Infomazioni


Opuscolo lauree triennali della facoltà di Scienze politiche e sociali (5554,85 KB)

  • Cerchi informazioni sui nostri corsi?
    Per conoscere al meglio il tuo futuro universitario lasciaci i tuoi contatti e riceverai news su Open day, saloni dello studente, test di ammissione e molto altro.